Tre storie di latte: cronache di una mamma e dei suoi allattamenti

Lascia un commento

LatteIl piccoletto ha compiuto sei mesi. Tic tac, il tempo è volato. Dicono sia ora di iniziare a mangiare come i grandi ma noi cincischiamo ancora un po’. Sará che ancora il botolo rotola ma fatica a stare seduto, sarà che gioca con quello che gli offro (per ora mela sbucciata e carota) ma non porta alla bocca, sará che è estate, lo dicono tutti che non si inizia col caldo no? (Bugia!iniziate quando è il momento e se fa caldo proporrete qualcosa di adeguato), sará che lui ha la tosse (e questo sì che può indisporre un bimbo), sarà che anche io, proprio come tutte le mamme del mondo, sto vivendo un momento di esitazione, sará che qui si poppa ancora come se fosse il primo giorno e come se non ci fosse un domani?Ma niente, qui siamo fermi ai blocchi.

Visto che ancora non sono in grado di raccontare l’introduzione ai cibi solidi del burroso (ci sto lavorando, giuro), metterò a disposizione di chi vorrá leggere la mia esperienza di mamma e donna normale alle prese con tre cuccioli d’uomo, ognuno diverso dall’altro, da nutrire nei loro primi mesi di vita.

Prima di partire due doverose premesse.

  1. sono consapevole e convinta che il latte materno rappresenti la soluzione più appropriata per ogni bambino: costo zero, sempre pronto, temperatura giusta, nutrizionalmente personalizzato per il proprio destinatario.
  2. sono portatrice sana di una taglia seconda scarsa, non lievitata nemmeno durante la gravidanza salvo subire un piccolo upgrade ad una seconda abbondante o terza scarsa durante l’allattamento, che non oso immaginare cosa mi restituirá, ma questa è un’altra (triste) storia. Questo comportamento anomalo del mio seno, non mi ha certo garantito in partenza una grande fiducia sulle mie potenzialitá di madre nutrice (ho detto mucca?)

Continua a leggere »

Miglio con fiori di zucca e curry

Lascia un commento

Miglio con fiori di zuccaAi fiori di zucca è legato un mio bellissimo ricordo d’estate. Quando nell’orto di casa ne spuntava per magia qualcuno, era una gran festa: io e mio fratello li raccoglievamo e la mamma preparava subito una deliziosa pastella per friggerli, friggevamo insieme anche le foglie di salvia per fare un po’di numero, che mio padre, bancario per lavoro e contadino per aspirazione, non è che potesse vantare una grande produzione nell’amato orticello. Così le frittelle gialle finivano subito e restavano le foglie di salvia, buone anche loro per caritá, ma nulla in confronto alla preziosa delizia del fiore di zucca.

Comprensibile che ancora nella mia mente i fiori di zucca rimangano qualcosa di raro e prezioso, è per questo che vederli venduti a mazzi mi crea sempre un certo scompenso, ma ci sto facendo l’abitudine ormai e, quando li trovo, non me li faccio certo sfuggire. Ho scoperto che anche nella cucina per i più piccoli sono dei validi alleati, riescono a conferire un sapore dolce e profumato (son pur sempre fiori no?) ai piatti dei bimbi, che in genere li apprezzano molto. Ovviamente per i piccoli non li friggo, ma sono comunque gustosi lievemente scottati e aggiunti alle loro pietanze, come in questa ricetta veloce ed estiva a base di miglio con fiori di zucca e curry.

Oltre a conferire un ottimo sapore, i fiori di zucca contengono anche anche importanti sali minerali come calcio e fosforo, preziosi per lo sviluppo dei bimbi, e numerose vitamine (A,C, gruppo B).

L’unico “difetto” di questo alimento è che vanno consumati subito perchè appassiscono molto rapidamente, ma per me questo non è mai stato un problema!

Continua a leggere »

Una giornata in giro con te (e me)

8 Commenti

In giro conUna giornata in giro con te e:

Una donna esile, unica gentile volontaria tra ben più prestanti soggetti, ad aiutarmi a scendere le scale della metropolitana col passeggino.

Una anziana signora, in mezzo a giovani studenti col naso nel cellulare, si alza per lasciarmi il posto a sedere sul tram.

Qualcosa non torna, sorridiamo e ringrazio.

Volti amici che rivedo con piacere, una porta sbattuta in faccia.

Tu che sorridi, sorridi e sorridi, alla conquista di tutti quelli che incrociano il tuo sguardo, sfacciatamente insistente, senza il filtro che poi il tempo ci metterá.

Sorridi tu e sorridono tutti, sei magico? Continua a leggere »

Apple pie vegana

Lascia un commento

Apple pie veganaIn famiglia non siamo vegetariani nè tantomeno vegani, ma molti dei miei pasti (soprattutto quelli che mi preparo da sola o che scelgo al bar/ristorante) sono privi di carne e derivati animali. Trovo infinitamente fantasiosa (oltre che sana) la cucina veg e ho sempre voglia di provare qualche nuova ricetta e combinazione di ingredienti ispirata al mondo più green che ci sia. Anche le bimbe consumano spesso piatti vegetariani o anche vegani, basti pensare alle tante combinazioni cereali-legume-verdure che mi piace proporre loro.

C’è un ramo, però, della cucina vegana che mi incuriosisce ed affascina più di tutti: i dolci.

Se è vero che la pasticceria è un’arte esatta, quando non si hanno a disposizione ingredienti come burro, latte e uova lo spazio per l’improvvisazione si azzera proprio. Per questo motivo, dopo qualche esperimento non sempre felice, l’altro giorno in libreria ho scelto un libro che mi sta svelando tanti interessanti trucchi e segreti: Dolci vegolosi, un   manuale con le basi della pasticceria vegana e tante ricette buone e semplici. Un piccolo tesoro con le ricette di Cristiano Bonolo, chef del magazine vegolosi.it: un vero punto di riferimento per chi ha scelto lo stile di vita vegano e per chi vi ama attingere per un’alimentazione sana e varia.

Il mio primo esperimento è stata questa semplice torta di mele. Una volta reperiti gli ingredienti (li trovate tutti nei negozi di prodotti biologici) è facilissimo realizzarla. Il sapore è autentico e gustoso, i sensi di colpa bassissimi e la colazione o la merenda sana per tutta la famiglia è bella che pronta! Continua a leggere »

Cous cous di riso con erbette e Parmigiano

2 Commenti

Cous cous di riso con erbetteIeri, complice una super spesa di frutta e verdura fresca e colorata, ero seriamente in imbarazzo su cosa scegliere per il pranzo di Camilla. Ho acquistato tanta verdura di stagione tra cui zucchine piccole col fiore, piselli, spinaci, erbette,basilico…forse mi sono fatta un po’ prendere la mano, ma la primavera ci porta tante di quelle delizie che per me è impossibile resistere!

Le verdure a foglia andrebbero consumate il più vicino possibile al momento della raccolta, affinché conservino il più intatti possibile tutti i loro preziosi nutrienti. Per questo motivo ho deciso di preparare subito un gustosissimo cous cous di riso con erbette e Parmigiano, cui ho aggiunto un pizzico di curcuma e un cucchiaino di semi di lino e bacche di goji macinati.

Questo è un piatto che potrete proporre anche ai bimbi più piccoli (se preferite evitando curcuma e semi macinati), quelli senza l’ombra di un dentino o quelli che preferiscono comunque le consistenze cremose. Il cous cous di riso si presta infatti a preparazioni molto simili alle classiche pappe che vengono proposte durante lo svezzamento tradizionale, in più si cuoce super velocemente e ha un sapore morbido e delicato che, ammetto, piace tanto anche a me. Perché ricorrere alle farine istantanee quando esistono in commercio queste prelibatezze? Continua a leggere »