Orzotto con zucca e castagne

Zucca e castagneSiamo in autunno, un autunno che ormai assomiglia all’inverno. La mattina quando apriamo le finestre le bimbe si lamentano e sostengono che sia ancora buio e che siano state svegliate troppo presto, incredibile pensare che di lì a tre quarti d’ora saremo tutte pronte per affrontare le nostre tre diverse giornate, io al lavoro e loro due ognuna alla propria scuola. Attraversiamo correndo il parco condominiale e le foglie gialle e rosse insieme al freddo pungente che ci entra nei nasi, ci ricordano il periodo dell’anno che stiamo attraversando. Sono momenti frenetici ma sono momenti felici, praticamente come tutti quelli che viviamo qui in famiglia.  I loro occhietti assonnati e divertiti per la corsa che facciamo scaldano questi inizi di giornata davvero speciali e donano la giusta carica per affrontare tutto il resto.

L’autunno non è una stagione che mi è sempre piaciuta, troppo malinconica, troppo freddina troppo nebbiosa e troppo noiosa. Invece adesso che la noia la rimpiango un pochino, perché il tempo per lei non c’è proprio più, accarezzo l’idea di questa stagione dove la priorità dovrebbe essere farsi coccolare da una tisana calda e una coperta di lana a trecce bianche, in compagnia di un buon libro e di un camino acceso.

Non vi sto a raccontare di quanto si dissoci la mia realtà dall’immagine appena descritta. Ho tre bambini e penso di aver detto tutto. Spero solo che, almeno per loro, l’autunno sia un po’ noiosetto, altrimenti che infanzia sarà mai?

Per ricreare un’atmosfera appropriata alla stagione e nel rispetto della stagionalità dei prodotti che la terra ci offre, ho deciso di preparare per la famiglia un piatto dalle tinte e dai sapori autunnali con orzo, zucca e castagne, che senza zucca e castagne non è mica autunno!

La ricetta è tratta dalla decima edizione de Il Cucchiaio d’Argento, un librone enorme e ricco di preziosi consigli, innumerevoli ricette e suggerimenti. Un classico in cucina che rappresenta un vero aiuto anche per le giovani casalinghe disperate che vogliono entrare un po’ più nella parte, una fonte di ispirazione per tutti ai fornelli. Parrebbe che alla fine io abbia anche trovato il buon libro per farmi compagnia in questo mio primo autunno da tris-mamma!

Quello che mi ha colpito di questo bel libro è la semplicità di molte preparazioni, come l’orzotto che voglio proporre in questo articolo:  una ricetta che coniuga semplicità e calore, ingredienti sani e sapori deliziosi e morbidi. Anche il burrino lo ha mangiato volentieri, dopo una rapida passata nel mixer.

Ingredienti

per 4 persone

250 gr orzo perlato

250 gr polpa di zucca

1 scalogno

100 gr castagne lessate

1 litro di brodo vegetale

30 gr di pecorino stagionato (noi abbiamo usato Parmigiano Reggiano)

olio extravergine di oliva

sale

pepe nero

 

Sbucciare e tritare finemente lo scalogno, tagliare la zucca a dadini e tritare le castagne. Stufare lo scalogno in 3 cucchiai di brodo caldo per 5 minuti. Aggiungere la zucca, mescolare, aggiungere l’orzo e tostarlo nel condimento per qualche minuto.

Far cuocere per 20 minuti unendo di volta in volta il brodo bollente, a metà cottura unire le castagne.

Regolare di sale (pochissimo!!). Mantecare con due cucchiai di olio e con il formaggio grattugiato, unire il pepe (se gradito), coprire e lasciar riposare qualche minuto prima di servire.

Buon appetito! (che il bon ton qui non è di casa)

Il giudizio “della Critica”

Autunno in tavola molto apprezzato, il burrino ha avuto bisogno di una frullata alla sua porzione perché i chicchi di orzo perlato restano abbastanza tenaci e lui aveva qualche difficoltà nella deglutizione. Se uniamo il ricordo di un pannolino di Camilla di quasi due anni fa con tutti i chicchi d’orzo interi (argh) il passaggio al frullatore lo consiglio proprio per i più piccini!

consiglio di tenere buona questa semplice ricettiva anche per un delizioso risotto autunnale, basterà sostituire orzo con riso.

One thought on “Orzotto con zucca e castagne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *