Plumcake senza zucchero al limone

plumcake senza zucchero

Mi è capitato, due giorni fa, di essere a casa molto presto. Qualcosa come mezzogiorno e mezzo. Ho trovato ad aspettarmi il burrino, nella sua consueta condizione di reuccio di casa, in assenza degli abituali inquilini della sera e del weekend; Camilla, non poco contrariata per il forzato ritiro casalingo a causa di uno sciopero a scuola, la babysitter in fuga per un suo impegno. Scappata la babysitter, i bimbi mi hanno guardata tra lo stupito e il quasi sospetto. Camilla mi chiede: “ma dopo torni in ufficio?”

A tanto siamo arrivati, dunque.

Che cosa, esattamente, ci ha stranito maggiormente in questa situazione? Sicuramente l’inaspettato tempo in più che si è venuto a creare per noi tre. Ci siamo fatti coccole e solletico sul divano, abbiamo guardato un cartone sdraiati poi un altro e poi li ho messi a nanna con la promessa che al risveglio avrebbero trovato un dolce.

Un dolce, già.

Ma in frigo avevo un solo uovo, un pezzettino di burro, qualche yogurt naturale, tantissimi limoni. In dispensa le mie solite farine, niente olio di semi, due ingredienti acquistati per provare a sostituire lo zucchero nei dolci…insomma non ero messa benissimo, ma avevo una promessa da mantenere e due bimbi che dormivano fiduciosi in attesa della loro merenda.

Nasce così un plumcake senza zucchero e con poco uovo, poco burro tanto limone e tanto, tantissimo amore di mamma.

Vi riporto con orgoglio la ricetta perché sì, è stato un successo.

Ingredienti

per il plumcake

350 gr farina di farro

1 uovo

150 gr di malto di riso

40 gr di burro

1 yogurt naturale da 250 gr

scorza di un limone bio

1/2 bustina lievito

per la glassa

40 gr di polvere di datteri

il limone senza scorza

acqua

 

In una ciotola sbattere con una frusta l’uovo, il malto di riso, lo yogurt e il burro fuso. Aggiungere la scorza del limone grattugiato.

Versare a pioggia la farina ed il lievito setacciato, mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo. Se necessario ammorbidire con poco latte.

Imburrare e infarinare lo stampo da plumcake, infornare in forno statico a 180 gradi per quaranta minuti (suggerisco di fare un controllo dopo trenta minuti per verificare il grado di cottura).

Mentre il plumcake cuoce, mettere in un pentolino la polvere di datteri e un bicchiere di acqua, mescolare per sciogliere eventuali grumi e portare a bollore.

Immergere nello sciroppo il limone a fettine sottili e far cuocere per 5 minuti, poi togliere le fette di limone e metterle da parte, continuare a far bollire per altri 10 minuti mescolando con un cucchiaio di legno, spegnere e lasciar raffreddare.

Sfornare il plumcake e lasciarlo raffreddare. Toglierlo dallo stampo e ricoprire con la purea di datteri e le fettine di limone.

Il giudizio “della Critica”

Le mie bimbe erano entusiaste, l’hanno letteralmente spazzolata, sicuramente anche grazie alla purea di datteri e limone che ha addolcito in modo naturale il plumcake senza zucchero.

Il burrino, invece, non l’ha assaggiata ma devo ammettere che lui non è un amante delle torte. Gli piacciono esclusivamente da un punto di vista dell’estetica e della funzionalità, per lui infatti torta vuol dire “candeline”: in pratica non ne mangia neanche un pezzo ma potrebbe passare un pomeriggio intero a soffiarci sopra!

Share

Lascia un commento