Spaghetti integrali con fagiolini e pomodori

spaghetti integrali con fagiolini

Oggi pubblico con piacere una ricetta semplicissima ma sfiziosa, perfetta per un veloce pranzo primaverile. Devo confessare che non ho cucinato io, ma io alla seconda, cioè mia madre, arrivata a darmi supporto in questa settimana che ha visto il Maschio Alfa rifugiarsi recarsi in terra tedesca per una delle sue trasferte di lavoro (cosa ve lo dico a fare che io il suo letto di albergo, dove lui può stare SOLO -si spera- lo bramo più di un mojito in gravidanza, ma lui sull’argomento pare imbufalirsi, quindi da brava ora chiuderò la parentesi).

Dicevamo: il pranzo. Ha cucinato mia madre. Su ricetta del fruttivendolo (ve l’ho mai detto che mia madre ha più amici di me a Milano?). Io però ci ho aggiunto qualche piccolo dettaglio. E poi ho fatto la foto. Dici poco. Ah sì, poi l’ho pure mangiata ed era buona.

Spaghetti integrali con fagiolini e pomodori: ecco i protagonisti del nostro pranzo che, scherzi a parte, è stato davvero gradevole, tanto che questo piatto si è guadagnato di diritto un posto nel mio ricettario personale e sicuramente verrà riproposto in altre occasioni alla famiglia e, perché no, agli ospiti (informali) che avranno il coraggio di venire a cena da noi.

Ingredienti

per 4 persone

300 gr spaghetti integrali di farro

250 gr fagiolini

1 grappolo di pomodori Piccadilly (circa 15 pomodori)

olio EVO qb

1 spicchio di aglio (facoltativo)

2 cucchiai pangrattato

ricotta salata qb

un pizzico di peperoncino (facoltativo)

sale qb

Spuntare e lavare i fagiolini e tagliarli in due/tre parti. Farli bollire in abbondante acqua leggermente salata, dove sì farà cuocere anche la pasta. Noi abbiamo fatto cuocere i fagiolini per 5 minuti e aggiunto poi gli spaghetti integrali che cuocevano in 10 minuti.

In una padella antiaderente far rosolare leggermente uno spicchio di aglio in camicia, toglierlo e aggiungere subito i pomodorini tagliati in 4 parti. Far cuocere, aggiungendo il peperoncino, per circa 10 minuti a fiamma medio alta.

Scolare la pasta con i fagiolini e trasferirla sulla padella con i pomodori, aggiungere il pangrattato e saltare per qualche minuto.

Togliere dal fuoco ed, infine, aggiungere la ricotta salata grattugiata per completare il piatto.

Buon appetito!

Il giudizio “della Critica”

Tutti i critici presenti alla nostra tavola hanno saputo apprezzare, anche Camilla che non si ferma di certo di fronte ad un fagiolino o ad un pizzico di peperoncino. Lei si è solo molto arrabbiata quando ho provato a tagliare i suoi spaghetti, dimenticando che  lei li preferisce lunghi e le piace fare il risucchio. Perché a casa nostra se non sono bon ton, non ci piacciono.

Share

Lascia un commento