Miglio con lenticchie e agretti

2 Commenti

Miglio con lenticchie e agrettiConoscete gli agretti o barba di frate? Si tratta di una delle molte verdure che ci porta la primavera. A me personalmente piacciono molto, adoro la loro consistenza corposa e anche il sapore lievemente aspro, come suggerisce il nome.

Gli agretti, oltre ad avere un sapore particolarmente gradevole, sono ricchi di fibre e di acqua, presentano anche buone quantità di  calcio, vitamina A e del gruppo B, e piccole quantità di vitamina C, Vengono venduti a mazzetti e bisogna tagliare la parte bassa del gambo (di colore rossastro e ricoperta di terra) e avere cura di lavarli bene in quanto tendono a trattenere la terra. Io in genere li cucino al vapore per circa 15 minuti e poi li condisco semplicemente con olio, un pizzico di sale e un goccio di limone. In questa ricetta invece ho abbinato il miglio con lenticchie e agretti, in modo da ottenere un piatto unico da proporre alla piccola Camilla. Li ho voluti utilizzare in questo piatto, volutamente carico di fibre, visto che la piccola Camilla sta purtroppo vivendo un periodo di stipsi ostinata. Posso garantire che il piatto, abbinato a tanta acqua, ha sortito l’effetto desiderato e quindi lo consiglio nel caso in cui anche i vostri bimbi abbiano lo stesso problema, viceversa meglio evitare per chi vive la situazione opposta o per gli intestini più piccini che è meglio non sovraccaricare con le fibre. Continua a leggere »

Miglio con broccoli e ricotta

Lascia un commento

Miglio con broccoliIn diverse occasioni ho decantato le doti del miglio: un cereale ricco di preziosi sali minerali come fosforo, magnesio, ferro e potassio. Perfetto anche per i più piccoli dato il suo elevato livello di digeribilità, è anche un alimento energizzante e favorisce il benessere di capelli, unghie, pelle e denti. Perfetto quindi anche per le mamme che allattano (indovinate cosa ho mangiato a pranzo?). A completare il piatto di Camilla i broccoli, verdura di stagione ricca di vitamine (tra cui la vitamina C), fibre e sali minerali, un pezzettino di patata rossa ed una amorevole stellina di ricotta (ottenuta con uno stampino da biscotti). Il miglio con broccoli e ricotta è un  pranzo salutare e invitante che Camilla, dopo aver ammirato tutta felice la stella, non si è di certo lasciata sfuggire. Continua a leggere »

Gnocchi di miglio e zucca

Lascia un commento

Gnocchi di miglioEra da un po’ che non si cucinava miglio da queste parti. Ieri sera ho voluto provare una ricetta un po’ diversa per proporlo alle mie bambine, e così sono nati questi gnocchi di miglio che assomigliano nell’aspetto agli gnocchi alla romana e che non potranno che incuriosire i bimbi che se li troveranno nel piatto! Il miglio è un cereale molto prezioso per la salute di tutti, è ricco di sali minerali come ferro, magnesio e fosforo, contiene vitamine tra cui vitamina A e del gruppo B è prezioso negli stati di affaticamento, in gravidanza, durante la crescita, la convalescenza, aiuta a rinforzare capelli ed unghie. Infine è un alimento con un contenuto proteico più elevato rispetto ad altri cereali e, dulcis in fundo, è privo di glutine. Preparare questi simpatici gnocchi è più semplice di quanto si possa immaginare: provateci anche voi! Continua a leggere »

Zuppa di miglio e lenticchie rosse

2 Commenti

Zuppa di miglio e lenticchieMiglio capitolo due: ci riproviamo. Come accennavo qui, Camilla ha un po’ di difficoltà a deglutire il miglio in chicchi e, sebbene il gusto di questo cereale mi sembri piacerle, di fronte ai chicchi l’ho vista gettare la spugna. E non è da lei!

La ricetta di oggi è una vera e propria vellutata di miglio e , proprio per questo motivo, ha la forma e la consistenza delle tradizionali pappe per bambini, tutti gli ingredienti che la compongono, infatti, sono stati passati e ripassati con il frullatore ad immersione fino ad ottenere una vera e propria crema. Continua a leggere »

Polpette di miglio e cavoli

1 Commento

Polpette di miglioCome accennavo qui, Camilla in questi giorni è alla continua ricerca di indipendenza: all’età di sette mesi e mezzo, vorrebbe poter fare molte più cose di quelle che in realtà (per ora) le riescono. Il momento dei pasti è quello in cui maggiormente manifesta questa sua nuova attitudine: cerca di afferrare cucchiaio, piatto, cibo…questo atteggiamento, in realtà molto caratteristico dei bimbi della sua età, si trasforma in frustrazione se le si impedisce di raggiungere cibo e posate. Io la assecondo, però devo ammettere che quando inizia a pescare a due mani il cibo dal piatto e a lanciarlo in giro diventa difficile mantenere la calma zen che sarebbe opportuna in questi momenti. Continua a leggere »